Allegri contro i tifosi: “mi fischiavano quando vincevo…”

Allegri contro i tifosi: “mi fischiavano quando vincevo…”

Che l’allenatore della Juventus Max Allegri fosse sulla graticola era chiaro a tutti. Nell’ultima sfida contro il Milan finito a reti bianche l’allenatore toscano non è sembrato nemmeno troppo preoccupato per i fischi diretti verso di lui e la sua squadra.

E la tensione era condivisa da entrambi gli allenatori, Allegri e Pioli, entrambi accolti da un tifo non proprio caloroso.

A livello di gioco i Bianconeri hanno avuto il sopravvento all’Allianz Stadium, credo diverse occasioni per andare in rete, ma non sono riusciti a superare il portiere di riserva Marco Sportiello.

Durante la partita, la scena sugli spalti è stata ancora una volta paradossale, con gli Ultras della Curva Sud che hanno promesso fedeltà al mister mentre il resto dello stadio ha espresso la loro disapprovazione per un altro spettacolo deludente.

Allegri però non esita a togliersi qualche sassolino nella scarpa affermando di non poter compiacere tutti mentre ci ricorda come era stato deriso anche quando vinceva le partite.

“Alla Juventus giochi sempre per vincere, però la società era stata chiara. Poi si poteva sicuramente andare meglio” ha detto il mister della Juventus nella sua conferenza stampa post-partita via La Gazzetta dello Sport che ha aggiunto “Nella vita non si può mettere d’accordo tutti, mi criticavano quando vincevo, figuriamoci adesso… Che cosa serve alla squadra per l’anno prossimo? Dovete chiedere alla dirigenza. A calcio si può giocare in tanti modi, valutare la rosa toccherà alla società”

Share this content:

Commento all'articolo